INFORTUNI SUL LAVORO

Una emergenza senza fine

il 14 gennaio scorso si è discussa in Consiglio provinciale una mia interrogazione, con la quale ho voluto puntare nuovamente l’attenzione sull’emergenza degli incidenti sul lavoro. Nel solo mese di ottobre 2019 sono stati 743 gli infortuni, con un aumento del 4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Nei primi 11 mesi del 2019 ci sono state circa 7600 denunce di incidenti sul lavoro. Le vittime di incidenti mortali nel 2019 sono state 12. L’assessora Segnana in recente risposta ad una mia interrogazione in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro ha fatto sapere che sono state avviate delle consultazioni all’interno del neo ricostituito Comitato provinciale di Coordinamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro (delibera del 12 luglio 2019), al fine di raccogliere, elaborare e condividere le proposte e le azioni da realizzare nel corso della presente legislatura. Ho chiesto quante volte da luglio si è riunito il Comitato e quali sono le azioni e proposte elaborate sino ad ora e da attuare con urgenza al fine di garantire la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici. L’assessora ha comunicato che la prima riunione si è tenuta il 30 luglio e poi successivamente il 15 ottobre scorso per discutere specificamente dell’aumento degli infortuni mortali occorsi nell’ultimo periodo e per condividere strategie più opportune per arginare tale fenomeno.

I componenti del Comitato hanno formulato e trasmesso alla Provincia le proposte di obiettivi e azioni da inserire nel nuovo programma provinciale di legislatura in materia di sicurezza sul lavoro, nonché la proposta di istituzione di alcuni gruppi di lavoro. Dalle proposte è emersa una particolare attenzione al settore agricolo, all’invecchiamento della popolazione, al clima, alle malattie professionali, alla cultura della sicurezza tra i lavoratori hobbisti, al benessere organizzativo, alla formazione e alla cultura della sicurezza nelle scuole.

Ha inoltre comunicato che la Giunta provinciale ha istituito nell’ottobre scorso l’Ufficio sicurezza negli ambienti di lavoro, incardinato nel Dipartimento politiche sanitarie.

Ho chiesto all’assessora Segnana di rendere noti periodicamente i risultati del lavoro del Comitato e le nuove iniziative che si intendono mettere in pratica, auspicando che si continui ad investire in modo sistematico e capillare nella prevenzione, nella formazione e nei controlli. Non è più tollerabile che nel 2020 si possa ancora morire a causa del lavoro!


Lucia Coppola

consigliera provinciale FUTURA